Benvenuto in Blindapp. Presentiamo George il primo software interattivo per ipovedenti e non vedenti!

Indirizzato nello specifico a *George (Nome di Fantasia a Tutela del minore), un bambino che appartiene alla categoria degli ipovedenti con disabilità aggiuntive, l’utilizzo di questa applicazione può essere funzionale a persone con difficoltà motorie, difficoltà nell’uso della parola o altri deficit che ne limitano la comunicazione.

 

Seguendo le indicazioni e lo schema sviluppato per *G. dall’esperta di C.A.A. – contenute in un raccoglitore, con un elenco di richieste che l’adulto scandisce per consentire al bambino di scegliere – è nata l’idea di rendere digitale tale scansione per favorire l’autonomia di *G.

Le caratteristiche pensate per questa applicazione sono le seguenti:

– lettura con sintesi vocale;

– disattivazione dell’autoripetizione dei tasti dovuta ad una pressione prolungata;

– utilizzo di soli 3 tasti (scelti in modo da usare solo la parte bassa della tastiera) e disattivazione automatica degli altri:

​1. tasto per la scansione/lettura/ascolto (assegnato al tasto CTRL).

Il ciclo è continuo: arrivati alla ​fine di un elenco, se non si è scelto nulla, non serve tornare indietro, ma continuando a premere il ​tasto, la lettura ricomincia dall’inizio;

​2. tasto per la scelta/conferma (assegnato al tasto SPAZIO). Premendo questo tasto si aprono ​eventuali sottocategorie);

​3. tasto per tornare indietro/uscire da un elenco (assegnato al tasto FRECCIA GIÙ);

Possibilità offerte:

– suono che si attiva all’apertura dell’App o all’inizio di un elenco;

– modificare e/o eliminare le sequenze in qualsiasi momento;

– inserire immagini;

– ingrandire i caratteri;

– utilizzare sfondo a contrasto;

– autonomamente i file audio utilizzando sintesi vocali free;

– utilizzo dell’applicazione sia su pc che tablet;

– utilizzo “locale”, cioè senza connessione (per il momento solo su pc).

 

Ogni altra idea volta al miglioramento di tale software è ben accetta!

Grazie

George 🙂